Cari Liberatori d’Italia e Cari Segretari,

nella mia veste di Presidente del Comitato dei Saggi del Movimento Liberazione Italia, vi comunico che è venuta l’ora della resa dei conti.

Vi ricordate il Colonnello che con l’orologio in mano fa giustizia di un criminale drogato, che aveva seviziato e ucciso la sorella?

Oggi la “sorella” è rappresentata dall’Italia, ed il Colonnello sono io, che insieme a Voi faremo giustizia di 4 assassini, che sono Renzi, Berlusconi, Salvini e Di Maio, che non possono non essere che drogati per le promesse vane che stanno facendo a tutti gli Italiani, sapendo che non le possono mantenere.

Sono delinquenti recidivi e incalliti.

Bisogna dire in maniera chiara e netta a tutti che:

Il Movimento Liberazione Italia non ha inteso partecipare a queste elezioni politiche perché il Rosatellum, che è peggio del Porcellum, è anticostituzionale e nullo. Chi lo fa è complice di un grave delitto che ha quattro  assassini: Renzi, Berlusconi, Salvini e Di Maio che si stanno già mettendo d’accordo. È la fine della democrazia. NON BISOGNA ANDARE A VOTARE.

Il nostro NON VOTO è un referendum contro il Rosatellum.

Se i non votanti superano il 50% le elezioni non sono valide perché è il Popolo che dichiara in maniera definitiva che il Rosatellum è fuorilegge.

DITELO A TUTTI.

Il giorno dopo le elezioni noi entriamo in Parlamento e arrestiamo tutti!

W il popolo libero e sovrano. Generale Pappalardo”.

 

Il Presidente del Comitato dei Saggi

Gen. (ris) Antonio Pappalardo

Il Presidente del Movimento Liberazione Italia

Comm. (pens.) Giuseppe Pino