Loading...

Stop alla legge dei vaccini

LA DIFFIDA AD ADEMPIERE CON MESSA IN MORA CONSEGNATA AL CAPO DELLO STATO RIGUARDA ANCHE LA LEGGE DI CONVERSIONE E IL DECRETO LORENZIN.

In questa sezione potrete scaricare liberamente copia della diffida e messa in mora indirizzata a Sergio Mattarella e notificata dal generale Antonio Pappalardo, in piazza Montecitorio lo scorso 11 settembre, nelle mani del dirigente di PS e responsabile della Pubblica Sicurezza della piazza stessa, dottor Filiberto Mastrapasqua.

Tale diffida, ora atto pubblico, disposto direttamente dalla rappresentanza del Popolo Sovrano, presente quel giorno ed affidato per la notifica ufficiale al generale, in virtú delle migliaia e migliaia di esposti, previamente notificati alle Forze dell’Ordine in tutta la Penisola da individui liberi e cittadini onesti, riguarda ogni aspetto della attuale attivitá istituzionale dello Stato, fortemente minata da un vizio gravissimo di legalitá e costituzionalitá, come sancito dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 1/2014.

Lo Stato non ottempera piú ai requisiti di legittimitá che il Patto Costituzionale fissa bene ed in modo non variamente interpretabile. Gli eletti siedono abusivamente nei loro scranni, poichè nominati da una legge in grave violazione dei diritti civili inerenti al voto, norma che dovrebbe invece essere la garanzia di una reale rappresentanza popolare ed espressione primaria di una vera democrazia. Il piú solenne anello di forte legame tra Popolo, la Nazione e lo Stato, nell’esercizio delle proprie funzioni istituzionali.

Ogni decisione, legge promulgata, trattato internazionale o accordo siglato, ovvero ogni decreto emesso dai governi, succedutisi negli ultimi 3 anni e mezzo e approvato dalle due Camere, che abbia esulato dalla normale amministrazione della Repubblica, é da considerarsi nullo ed illegittimo e comunque é da ritenersi SOSPESO dall’azione della diffida e messa in mora, diretta all’attuale Capo dello Stato dal Movimento Liberazione Italia. É COMPRESO NEL NOVERO DEGLI ATTI OGGETTO DI SOSPENSIVA anche il decreto d’urgenza in materia di obbligo vaccinale, detto “Lorenzin” e sua relativa conversione in legge dello Stato, nonchè la sua promulgazione ad opera del presidente, Sergio Mattarella.

Il secondo allegato che troverete in download libero e gratuito, é proprio la denuncia relativa all’illegittimitá del decreto d’urgenza in oggetto, che fissa l’obbligo di 10 vaccini e relativi richiami per la fascia da 0 a 6 anni, con previsione di sanzioni, atti discriminatori nei confronti di minori, con esclusione dagli asili per i non vaccinati e di atti persecutori nei confronti dei genitori che intendano esercitare un loro inalienabile diritto. La denuncia ha infatti per oggetto e finalitá precipua la tutela del Diritto primario e Superiore alla libera scelta in materia di cure sanitarie e profilassi, nonchè la difesa della piena potestá genitoriale e il suo esercizio per il miglior Bene della prole, come sancito nella nostra Carta Fondamentale.

Invitiamo pertanto i genitori che intendano opporsi a tali abusi dei propri Diritti da parte di istituzioni che sono dimentiche di ogni obbedienza al Patto costituente, per quanto sono illegittime ed abusive, ad utilizzare tali atti per far valere i propri diritti di Cittadini e Persone Umane libere, sottolineando che detti atti sono stati ulteriormente e debitamente notificati in pubblicitá presso:

  • Ministero degli Interni - Segreteria del Ministro
  • tutte le Prefetture, in ogni Provincia
  • tutti i Comuni d’Italia
  • tutte le Caserme e i Comandi dell’Arma dei Carabinieri sul territorio della Nazione
  • tutte le Questure e i Commissariati della Polizia di Stato sul territorio della Nazione
Tutte le notifiche a mezzo Pec, effettuate in nome del Movimento Liberazione Italia, promotore dell’azione di esecuzione della sentenza n.1 del 2014 della Consulta, sono andate a buon fine, risultano consegnate, valide e pertanto legalmente riproducibili in eventuale giudizio.

Vi invitiamo a munirvene, esibendole a chi si oppone all’esercizio del Vostro Diritto alla libera scelta in materia di cura e profilassi e a chi discrimini i vostri Figli con l’esclusione dagli ambienti scolastici. Sono un fatto, costituiscono un PRECEDENTE IN ATTI e ad ognuno é fatto obbligo di rispettare e far rispettare quanto in essi disposto, pena una responsabilitá diretta in qualitá di Persona fisica ed in solido, sia civile, che penale, come previsto dalle norme vigenti.

Potrete notificare questi due atti a Vostra volta, se lo ritenete necessario, a figure terze, a rappresentanti istituzionali o a dirigenti di plessi scolastici, che non siano giá stati oggetto di previa notifica, inoltrandole ad paersonam, con data certa, per accettazione di copia, facendo apporre al destinatario una firma di ricevuta in calce e lasciando ad essi una copia per uso d’archivio protocollare.

Rivolgetevi alle stazioni dei Carabinieri della vostra zona, per fare in modo che la SOSPENSIONE dell’applicazione della norma relativa alle vaccinazioni coattive sia debitamente osservata.

L’Arma giura solennemente di difendere il Popolo e la Nazione ed i Bambini con le loro Famiglie sono il tesoro piú grande ed inestimabile del Paese.

Torna all'inizio