Loading...

CONFEDERAZIONE MONDIALE DEGLI STATI

Carta Universale Dell'Umanità

Preambolo.

La Carta Universale dell’Umanità è informata ai seguenti principi:
  1. principio della titolarità giuridica individuale, nel senso che l’uomo nella sua individualità riceve maggiore protezione giuridica rispetto alle Istituzioni, che non sono più il centro dello Stato;
  2. principio dell’assolutezza del diritto soggettivo, che non può in alcun modo essere affievolito con atti di imperio, ma solo con norme costituzionali;
  3. principio della rigorosità, nel senso che le norme costituzionali sono esposte in modo rigoroso, preciso, puntuale e con criteri di assoluta concretezza, al fine di ridurre il momento interpretativo, da sempre gestito dal potere giudiziario e dagli ordini legali per la conservazione del regime politico al potere;
  4. principio della riappropriabilità, nel senso che i popoli delegano agli organismi rappresentativi, da essi eletti, funzioni limitate, di cui si può riappropriare nei tempi, modi e termini previsti nella stessa Carta e nella legge;
  5. principio della responsabilità politica, nel senso che tutti i poteri degli Stati sono responsabili sul piano penale e civile delle loro scelte politiche e dei provvedimenti giuridici adottati, nonché degli atti compiuti e delle violazioni delle norme statutarie;
  6. principio della preminenza dell’interesse del bene collettivo, nel senso che il bene collettivo riceve maggiore tutela sociale, culturale e giuridica rispetto a quello privato;
  7. principio della rilevanza del fine sociale o istituzionale, nel senso che qualsiasi persona giuridica, pubblica o privata, deve rispettare l’essenza della sua funzione per la quale é nata, e presta un servizio comunque di pubblica utilità, pena la cessazione della sua attività;
  8. principio della sacralità, nel senso che vi sono beni collettivi che vengono qualificati nella Carta Universale come sacri, cioè pregni di significati e valori che trascendono la mera attività materiale, e per tali degni della massima tutela giuridica e politica;
  9. principio teleologico, nel senso che la presente Carta, a differenza delle Carte Costituzionali, si propone il fine ultimo dell’emancipazione del genere umano da ideologie e dogmi che ne affliggono la dignità e la libertà, nonché la sua legittima aspirazione alla pace, allo sviluppo e al progresso civile e morale;
  10. principio della universalità, nel senso che la Carta Universale contiene norme che, per la loro ampiezza, originalità e profondità giuridica, possono essere estese a tutti i popoli che le riconoscono e intendono procedere nel comune cammino dell’emancipazione delle umane genti, nella pace e nella libertà.
Errore nel file: /web/htdocs/www.movimentoliberazioneitalia.it/home/php/connect.php alla linea: 5Access denied for user 'Sql1130076'@'89.46.106.205' (using password: YES)